DEDICA ....

Coltivo il sentirmi straniera
Sconosciuta,nuova,
Che nessuno ha mai visto.

Chissà dov'era , finora ,
Diranno,
Che vita ha avuto,
Che lavoro faceva.
Avrà marito,figli,
Parenti vicini,
Si chiederanno,
O sarà sola al mondo,
Come il suo silenzio
Dà a intendere.
Però sorride,è gentile,
Chissà che pensa di noi.

Coltivo il sentirmi straniera
Come un nuovo nascere
Un tutto ancora da scoprire.

Non dice nulla di sè,
Non ride delle nostre battute.
Sembra fuori gioco.
Di che stoffa è fatta,
Si domanderanno fra loro.
Avrà un Dio
Un partito
Una passione.
E' strana,ecco.
Eppure è gentile,garbata.

Sto diventando straniera.
Con passo leggero
Mi libero dei vincoli.
Vengo al mondo ora.
Ogni luogo è vergine
Ogni persona la conosco adesso.-.

Carla Benedetti 11h-

Padova 21 maggio 2018
(rubata con il suo assenso-anche per ricordo)