CHE ORA FOSSE....

non serve
manco importa

di fatto sta
che ogni stazione
mi fuggiva
non c'era voce
nota
cenno di vita..
come..

..fosse dispettosa..

morta
finita..
...
inutile..

la favolosa radietta
incollata
tra una piega di lenzuolo
e l'orecchio

non funzionava
più

me la ero solo
sempre sognata
immaginata
chissà..

in silenzio
ho percorso un pò di spazio
nel buio
mentre fuori
il tempo passava
indifferentemente..

due pilette
stilo
prese al supermercato

ecco
allora ritorna
mi pare

ad occhi chiusi
ho sentito storie
della fatica umana

ogni progresso
rivoluzione
conquiste..
..
strade ferrate..

poi
è arrivato Napoleone..

lotte
vittorie..
perse
confusione..

sudori
orti..
e
..
ora è
stagione di levarsi..

andare..
venire..

sino a quando..
come
non so.-.

Padova 13 luglio 2017
(se questa è vita..ci rinuncio..subito..senza dirlo però..)