Di ritorno dal Caffè "La Wiennese"..

c'era una ragazza alta
che pareva "bocia"

.. solenne come un monumento

con labbra
corti capelli
neri
..
assieme a due signori grandi
anziani
sportivi..

ma signori

era loro la -mercedes- fuori
coi lampeggiatori accesi

assieme a brioches
cioccolatini
caffè
facevano ricca colazione..

prima di andare al mare

o in barca a Venezia..
con calzoni in tela
scarpe di marca
..
gente ricca
distante un miglio..

silenziosi
a bocca chiusa
come san fare loro..
ridevano

con gli occhi ed i colori dei vestiti sgargianti

quella poi

che credevo ragazzo
parlò..

vidi labbra rosse
denti bianchissimi

era femmina stupenda
reggeva la fila dei due maschi..

seppur giovane
si capiva che il comandante era lei a decidere sempre e tutto..

i destini dei tre..

anche la notte in mare
o al Casinò
cambiate le vesti
gettato il troppo denaro sul verde tappeto
..
si vedono meglio
sentono
anche silenzi..
sono sicuri..
arroganti
colmi di peccati inconfessabili
color del sangue.-.

Padova 16 giugno 2012
(non era Parigi..)