JOLE.....

seduta per terra
tra gessetti
pietre bollenti

la piccina
magari amica
pensa

gioca

dice..

scappa

ripete
parole a lei
confatte

cerco
tra le piccole membra
nella voce sicura

COLORE AFRICANO....

qualche ragazza
c'è

dispone di me

Madonna

insegna
verbi
grammatica

vivere
anche

domani e forse dopo
dirò di loro
..

so

sento
l'infinito
nascosto
figlio
di cielo.

AFRICA MIA....

nell'ora buia

sotto il cavalcavia

aspetto
sudato
solo
senza speranza...

sono fuggito
dal mio giaciglio

chiusa la porta-finestra
incamminato

per dove
già sono

credo

MISURA DEL TEMPO......

"geometra-geomerda"

misuro
a spanne
ogni passo
grande
piccolo
indeciso..

già
passato
forse
ogni segno
in cielo

ovunque

tra mura
tornate
come una volta

antiche
storiche

ORE MINUTI ATTIMI CORAGGIO ?..

a tavola
peggio che inferno

pesante

oltre impossibile immagine

solo buio

sapore di sigaretta

soffitto polveroso

segnato

privo di quadri
buchi
di chiodi scomparsi

aria

BUIO A MEZZOGIORNO...

pesto sopra immagine

leggera
e
non so come
poi

dal fondo
indescrivibile
senza ragione alcuna

inodoro
chissà

col sapore mortale
dell'inverno laggiù

negava forse:

TEMPO DI ALLORA...

intendo
quand'ero ragazzo

insomma

facevo il boy..

sempre
mi prestavo
in galanterie

"fusto"

davanti a ragazze
femmine

pur di sembrare
indispensabile

forte
nello spostare

VOGLIAMO VIVERE...

bella
stupendamente

oltre
provata fantasia
dell'ora corrente

"CAROLE LOMBARD"

senza nulla chiedere

muovendosi
sotto trasparenti
tessuti
avidamente visse
.....

costrinse :

IERI DA....

barba
e
tosatura..

poche parole

assensi
consensi

tanto silenzio

mai so
che dire

di che parlare

su cosa ridere
o
piangere ?..

di calcio
politica
....
chiacchiere

S.GIOVANNI IN PERSICETO....

la sera
una di tante

dopo cena

in agosto

finita la lezione
prova sindacale quotidiana

assieme andammo
per lo spettacolo
FESTA dell'UNITA'...

c'era GRILLO..!!!..

EPPOI...

passato
per piazza di spagna

verrà la morte e avrà i tuoi occhi

lavorare stanca

...

tre libri
toccati
sfiorati
pensandoti..

ansie
inespresse

allora
potrò
completare

AVVENIMENTI..

strane ragazze
tutte colorate

pigiano in bici

vanno sino al fondo

diritto
sempre
oltre le porte

poi
..
si pulisce

enormi case
fatte di storia
preziosi oggetti
roba d'altri

SULLE SPIAGGE BIANCHE

in quel di Livorno
TANCREDI
normale surfista..

un giorno
che più non è tanto
al largo scattò
verso grida
di sconosciuto
...

al suo aiuto
il dodicenne
ragazzo
diresse la prua

PAZIENZA...

liquidi
liquidi
riposo mentale

nutrimento leggero
ma spesso..

consigli
ripetuti
quasi fossi straniero

pazienza

attendere

il 3 settembre 2018

sino allora
seguire
consigli

PROMETEO..

fascino
turbamento
irrequietezza

altro tanto
con invidia
senza tutto capire

sentire ?

bruciare..

FRANKESTEIN..?

bella
irrequieta età della ragazza

sempre mi innervosisce

UN SALUTO LUNGHISSIMO ED ALTO...

mi ha seguito
improvvisamente
prima sul cancello
appena
tornato dal bar..

la sorella di Paola
"una delle castellane"

da tanto
non vedevo
....

nel porgere la mano

FIORISTA-FIORAIO...

tronco cognome

come sempre quassù

sul palo
la foto
l'ora
il luogo..

Maurizio

dopo
il giornale:

visto
Dario
è morto..

tira innanzi
pedala

capisco dopo

intende
dire

PROVA..?..

due giorni

non so perchè
o
forse si
ma non lo dico..

ronzare sempre
attorno al....

suicidio..!!

insistere
trovare logico
pensare
a chi già
l'ha fatto

compiuto
...

NON SO PERCHE'....

spesso
sempre
ascolto

"Radio Cooperativa"

prestano la loro opera
i miei stimati amici
eppure
c'è gente
inspiegabile

gente
che villanamente
volgarmente
con odio
dice cattive

VIA MERULANA...

fu lì

vidi

loro

artisti
quadri

gente
di cine

cercai
Mauro
altri pure..

Muro pesante
enorme
muto

finestre chiuse

colori inventati

reali

il blu cobalto

NON RICORDO .......

altro

sforzo

pigio la mente
tento i posti
l'ambiente
sempre tanto desiderato :

P A R I G I
.....

il sole illuminava
strade
ogni arco
vetrine

dentro un negozio
lucido

C'ERA UN OPERAIO...

prima
in cortile

reggeva sacchi
colmi
di polvere

attrezzi per erigere..

opera con logica

fatica

sposta

guarda

immaginata tenzone

fra scale
martelli
secchi..

NON CREDERE...

no
no
no

non credere
non gettare nel vento
in un solo momento
quel che esiste tra noi

no
no
no
ascoltami
tu per lei sei un giocattolo
il capriccio di un attimo

FILASTROCCA..

dire
fare
baciare
lettera
campana...

pugno sulla schiena
e
giù a ridere..

in spiaggia

allora.-.

Padova 19 luglio 2018
(fare..disfare..)..)

PALAZZO D'INVERNO..

l'Aurora
strade infinite
alberi sempre
....

"leningrado"..

storia dell'URSS..

ora

dopo i mondiali di calcio

l'immensa
stupenda metropoli
pare anche più grande

favolosa

STANOTTE PER RADIO..

"una vita violenta"

ho pensato
ripensato
cercato
nel buio

ecco
arriva :

opera somma
di P.P.Pasolini

allora
ho percorso
strade
cieli

la Sua Vita.-.

BIANCA BIANCHI......

tredici anni
giù di lì..

tutta di bianco vestita

golosa

come in contata fiaba

miravi
la torta piccina

immaginata
forse

ci salutammo

prima di riprendere il gioco

ENZA....

fu suo nome di battaglia
la Partigiana Clara Doralice..

anche se ormai vedeva
nulla
e meno

aveva memoria
svelta
lucida sempre volta
ove si rischiava..

Clara
mi raccontava
luoghi

ADDIO FRANCO

violento mondo :

FRANCO MANDELLI

ci ha lasciato
dopo ..

vite salvate
agli angoli

dovunque..

l'UOMO

"ematologo"

ha preso tempo

lassù
....
il suo cuore
...

CIELO...

come

non vedo

umido avverto

plumbea luce

rumore
lite
tra piccioni

sotto
la cattedrale

CARMINE

non basta
lo spazio
sul marciapiede

ognuno
sa..

chissà cosa

fame

Syndicate content